domenica 25 gennaio 2009

C'è da stupirsi?

La notizia più in evidenza sul Times di oggi riguarda l'inchiesta su alcuni membri della House of Lords che, contattati da giornalisti in incognito, si sarebbero dichiarati disponibili a 'correggere' delle leggi in cambio di soldi.

Lo scandalo sta montando e sta coinvolgendo un'istituzione tanto antica quanto criticata (la Camera dei Lord), vero relitto dell'Inghilterra feudale e (inspiegabilmente?) presente tutt'oggi nell'ordinamento britannico.

C'è da stupirsi? Assolutamente no e non solo perchè si tratta di Lord e non di membri della House of Commons o di un altro parlamento.

Il problema della corruzione nella politica è un problema assolutamente serio, in Inghilterra come in altri paesi. Comunque, fino a che si fanno inchieste, il sistema funziona.

Funziona meno, secondo me, in altri paesi dove la politica discute dell'opportunità di ammettere le intercettazioni su ordine della magistratura per reati tipo (facciamo un esempio) la corruzione...

2 commenti:

Marin Faliero ha detto...

Dimentichi la privacy. Partigiano.
Potrebbe chiamarti un multilevel tra tre 4 o 5 mesi per venderti un cartone di Cabernet Franc.
Il nostro Presidente è previdente

herr doktor ha detto...

il nostro Presidente (sempre sia lodato ...) è mooolto previdente ... tuttavia la praivasi non esime decine e decine di piazzisti di telefonarmi lo stesso per scassarmi i ..... (cabbasisi) ... per vendermi questo o quello
Mai una volta, xo' che mi offrano un buon vino in bag in box ;-)

Creative Commons License
I testi di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.